La sorgente nascosta.

Sinossi

Chang Fa Mei è una giovinetta dai lunghi capelli e dal cuore generoso. Vive in un luogo dove l’acqua è tanto scarsa che da secoli il suo popolo lotta per non soccombere definitivamente alla sete e alla grande difficoltà di coltivare la terra.

Un giorno Chang Fa Mei scopre sul pendio della montagna una sorgente che salverebbe tutta la sua gente … se non fosse che il dio della montagna in persona non vuole condividere l’acqua con gli abitanti di quello sfortunato villaggio!…

Nota di Regia

Gli attori entrano nello spazio scenico coperto di tappeti Kilim originali dell’Asia Centrale. Recitano alla maniera degli antichi narratori; le loro azioni si accompagnano di canti e danze. Raccontano una storia semplice, facile da seguire, ma intrisa di allegorie espresse in un linguaggio scenico che si rivolge contemporaneamente al corpo, alla mente e al sentimento degli spettatori.

La Sorgente Nascosta scorre lieve tra suoni e immagini evocanti un immemore passato in cui certi racconti, detti con appropriata Arte, avevano il potere di indurre la comunità alla riflessione, alla comprensione di valori oggettivi e basilari dell’esistenza. Quando cioè, l’educazione alla volontà, al coraggio, alla solidarietà, alla pazienza, alla pace, si fondava su una pratica centrata esclusivamente sull’evoluzione interiore dell’essere umano.

Non esistono spettacoli per bambini

Per il TEATRO Simurgh la creazione di uno spettacolo per bambini rappresenta sempre prima di tutto un atto di coscienza artistica e una grande responsabilità etica e morale, nei riguardi del significato profondo della parola educazione che noi vediamo nel verbo latino educĕre, cioè ‘tirar fuori ciò che sta dentro’. Lavorare davanti al pubblico della scuola impone, più che mai, farsi capire per mezzo di un teatro vivente, capace di mantenere i ragazzi seduti in attenzione, partecipi mentalmente, emotivamente e fisicamente alle azioni degli attori.
Non esistono “spettacoli per bambini”. Infatti, se col teatro riusciamo a catturare l’attenzione di un bimbo verso dei contenuti profondi, a intrattenerlo senza ricorrere ai clichés estetici e di recitazione, tipici del “linguaggio per bambini”, allora quello spettacolo starà intrattenendo e parlando, in modo adulto, anche ai genitori o agli insegnanti che li accompagnino.

Trailer

  • Produzione:
  • Teatro Simurgh
  • Costumi:
  • Carla Robertson
  • Attori:
  • Fiore Zulli, Carla Robertson
  • Fonte del testo:
  • Antica leggenda del popolo “Dong” del sud della Cina
  • Musica:
  • Canzoni dalla tradizione popolare di Tibet, Vietnam, Giappone – F. Zulli
  • Drammaturgia:
  • Fiore Zulli
  • Regia:
  • Fiore Zulli, Carla Robertson